Corigliano Rossano, pronto soccorso al collasso: interrogazione in Consiglio regionale | VIDEO

Pronto soccorso del presidio ospedaliero “Nicola Giannettasio” di Rossano al collasso.  La drammatica situazione è descritta in una interrogazione del capogruppo regionale del M5S Davide Tavernise rivolta al presidente del consiglio regionale Filippo Mancuso affinché sia potenziata l’emergenza/urgenza nello spoke di Corigliano-Rossano «dotandolo di tutte le unità necessarie, aggiungendo urgentemente nuovi medici e agendo anche per aumentare la sicurezza del personale sanitario e consentire turni coperti in modo adeguato, così da tenere ben saldo come unico principio il diritto alla salute dei cittadini».

 

Forte la denuncia del pentastellato: «Medici che operano con turni massacranti, c’è carenza di personale nei due pronto soccorso di Corigliano e di Rossano che non riescono a garantire la normalità. Mi aspetto da parte del commissario La Regina un impegno serio, e non a parole ma con i fatti. Ci sono delle graduatorie (o.s.  e infermieri) da cui poter attingere anche se, al momento, l’Asp è sprovvista di un piano del fabbisogno che consenta le assunzioni a tempo indeterminato. Su questo versante il Presidente Occhiuto ha garantito che presenterà il piano nell’ambito del tavolo Adduci ( 15 aprile 2022). Dopo l’approvazione, mi aspetto che si parta proprio dallo spoke di Corigliano Rossano che è la situazione più drammatica rispetto al contesto regionale». Il presidio garantisce la sicurezza delle prestazioni in tutta la costa Jonica e dell’entroterra montano. Lunghissime attese per le cure ma il rischio dei contagi covid aumenta vertiginosamente in una città che continua a mantenere percentuali alte.  Aumentano anche i rischi di denunce nei confronti dei camici bianchi, vittime spesso di vili aggressioni in una postazione in cui mancano i presidi di vigilanza.  A tutto ciò il dramma delle ambulanze non medicalizzate».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.