Corigliano Rossano. Promenzio: Alboresi, il piatto dei bambini piange

CORIGLIANO ROSSANO – Il caos e la disorganizzazione regnano sovrani. Come al solito. Ormai l’amministrazione  Stasi ci ha abituati all’inefficienza più totale, quella che ne ha decretato ormai il declino politico e che tra poco culminerà con la fine di questa sciagurata esperienza. Oggi, centinaia di bambini di questa Città, sono rimasti senza refezione scolastica. E, certo, se ci fossero responsabilità della Ditta appaltatrice, questi si sarebbero potuti – e dovuti evitare- controllando e pianificando come fa un Ente Locale decoroso.

L’assessore Alessia Alboresi

Caos a Matassa, all’Ariosto, all’Amerise. Caos quasi ovunque.

Bambini senza panini, senza vitto. Arrivato attorno alle ore 15, con i genitori costretti a ritirare i figli e a fornire spiegazioni all’inspiegabile.

Le responsabilità del Comune? Queste: a fine agosto viene chiesto ai genitori di aderire alla piattaforma per la refezione scolastica. Con solerzia, la quasi totalità delle famiglie ha ottemperato a questa richiesta.

Il giorno 9 ottobre, SOLO 48 ore fa, il Comune comunica alle scuole che avrebbero dovuto COMUNICARE AL COMUNE PER SETTE GIORNI I NOMI DEI BAMBINI DA FAR MANGIARE! Quindi, in pieno agosto, a cosa è servita la commedia di chiedere ai genitori per poter pianificare un adeguato ( e pagato dalla collettività) servizio? Soprattutto se culminato con la fame di oggi?

Se non si è in grado di controllare termini di un appalto, cosa si resta a fare alla guida di una città ormai condotta allo sbando?

Pessimo inizio dell’assessore Alboresi, in assoluta coerenza  però  con lo sfascio stasiano, protagonista costante della mortificazione di questa Città.

PRETENDIAMO CHE DA DOMANI I NOSTRI BIMBI NON ABBIANO PIU’ SORPRESE!

Gino Promenzio – consigliere comunale

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *