Parte del personale sanitario destinato al polo covid chiede sicurezza in ambienti di lavoro e formazione qualificata, in mancanza è al vaglio l’ipotesi di un esposto presso la procura di Castrovillari. La divisione destinata ai paucisintomaci è in via di espansione e per ricavare nuovi spazi si rischia l’accorpamento di altri reparti come nefrologia e cardiologia. Sul punto è intervenuto il sindaco Flavio Stasi sul cammissario Bettelini al fine di scongiurare tale ipotesi. S’invoca sicurezza

e necessaria la massima scurezza, nessuna promiscuita’, nessuna possibilita di contagio e percorsi dedicati”… e’ necessario un confronto continuo ed essere preparati…. Figure professionali e ben edotte… metto indiscussione che non c’e’ una formazione continuativa e permanente… Giustimente i medici i medici si preoccupano e lo fanno per giusta causa…

La vulnerabilità del sistema è confermata dai livelli di accoglienza al Giannettasio. È di ieri un video, divenuto virale, di un giovane 30enne, sospetto covid, tenuto per una intera giornata in attesa dell’esito del tampone in una tensostruttura dismessa in pessime condizioni igienico-sanitarie.