Corigliano Rossano. Passata in giudicato la sentenza di Pasqualina Straface

Corigliano Rossano – Passata in giudicato la sentenza di assoluzione di Pasqualina Straface, già sindaco dell’ex Comune di Corigliano. Tornata sulla scena politica, per l’ex sindaca viene posta la parola fine circa l’esperienza giudiziaria. La Straface era stata assolta con la formula “perché il fatto non sussiste” nell’ambito del processo relativo alla maxi inchiesta Santa Tecla.  Una vicenda che portava allo scioglimento anticipato del consiglio comunale di Corigliano. Si contestava alla Straface  presunti rapporti con la mala locale ed i voti conseguiti,  alcune ordinanze di somma urgenza  a seguito di eventi alluvionali.

Sentenza di assoluzione definitiva anche  per altri  imputati, accusati a vario titolo,  d’abuso d’ufficio e da altri reati prescritti: Mario Straface, Gilberto Capano, Giuseppe Curia, Gianluca Gallo, Carmine Grispino, Giorgio Miceli, Mario Cosimo Servizio, Annamaria Pagnotta, Agostino Sposato.   Il collegio difensivo degli  assolti era cosi composto:  Gianluca Serravalle, Nicola Carratelli, Antonio Fusaro, Antonio Pucci, Angelo Gencarelli, Giacinto D’Urso, Ettore Zagarese, Maria Sammarro e Giovanni Milito. Il nuovo Comune di Corigliano Rossano era costituito parte civile con l’avvocato Mario Elmo.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.