Corigliano Rossano. Mobilità pubblica, vera priorità

ferrovia

Garantire il diritto alla mobilità e un sistema di trasporti più sicuro ed efficiente dovrà rappresentare una priorità per chi si candida a governare la Città di CORIGLIANO ROSSANO. La modernizzazione delle infrastrutture e l’ampliamento dei collegamenti ferroviari rappresentano un’urgenza per lo sviluppo del territorio. Lavoratori e studenti pendolari meritano di percorrere tratte e percorsi in tempi, mezzi e percorsi idonei. Senza dimenticare il fenomeno dell’emigrazione sanitaria che costringe a muoversi in condizioni estremamente disagevoli e tempi biblici.

È quanto dichiara il responsabile provinciale dell’UDICON (Unione per la Difesa dei Consumatori) Ferruccio COLAMARIA commentando negativamente, la bocciatura da parte di TRENITALIA di istituire un collegamento tra SIBARI e ROMA con il FRECCIARGENTO.

Si tratta dell’ennesimo scippo – aggiunge – e di un ulteriore diritto negato che il territorio è costretto a subire, per la cronica disattenzione del Governo centrale e la scarsa capacità dei nostri amministratori a livello sovracomunale di rappresentare e portare a soluzione le istanze dei cittadini.

A subire le scelte calate dall’alto è un bacino d’utenza di circa 200mila abitanti – persegue – che paga sulla propria pelle un sistema di infrastrutture obsoleto. Basti pensare che la ex SS 106 risulta tra le strade con più alto tasso di mortalità. Le cause vanno ricercate nella scarsa sicurezza della strada, composta da strettoie, incroci, rampe di accesso inadeguate. Sono decenni – conclude COLAMARIA – che tutta la CALABRIA è sottoposta a soppressioni, tagli e ridimensionamenti ferroviari e infrastrutturali, rendendo quasi impossibili i trasporti e i collegamenti. Un’inversione di tendenza non solo è auspicabile, ma necessaria (Comunicato Stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *