Corigliano Rossano. Macchina comunale. Salviniani: l’incoerenza di Flavio Stasi

Nella città di Corigliano Rossano, la nomina del dirigente del settore economico finanziario dei tributi del patrimonio ecc. oltre l’annuncio roboante del solito comunicato stampa, ha provocato nel personale dipendente una forte disapprovazione. In molti, nonostante il lavoro agile, hanno sottolineato come il nuovo dirigente, il Dottor Danilo Fragale, viene descritto come un super esperto in materia finanziaria quasi come se provenisse dal Ministero dell’economia e finanze, mentre da istruttore direttivo ex settima qualifica funzionale, ha retto fino a ieri il servizio finanziario di un comune di 2137 anime (Feroleto Antico, simpatico paese in provincia di CZ). Nessuno disprezza a priori un funzionario di un piccolo centro, ma in molti si chiedono se riuscirà a gestire i servizi affidatigli nel terzo comune della Calabria. Peraltro, l’amarezza di tanti,ha fatto evidenziare come si sia forzata la mano con una impropria classificazione del neo dirigente come una categoria d2,(Istruttore direttivo). Infatti egli è una ex settima qualifica funzionale, quindi categoria d1, d2 economica per gli anni maturati, il Dott. Eugenio Felicetti pari grado di chi lo dirigerà, il funzionario Dott. Silvio Campana una D3, salvo scatti economici, il Dott. Antonio Le Fosse Dirigente di Ruolo messo in panchina e fuori dal settore economico finanziario. Insomma, le politiche sul personale del Sindaco Stasi, fanno a dir poco pietà. Non si è ancora spenta l’eco di quando voleva nominare un Ispettore di Polizia Dirigente della Municipale. La dirigente delle politiche sociali è stata selezionata (unica partecipante per l’esclusione dal bando dei funzionari di comuni con un dirigente sulla testa (compresi quelli di Rossano) per volontà del Commissario per la fusione Bagnato. Ricordo bene che,tale atto, fu fortemente  criticato dallo stesso  Stasi, che, eletto Sindaco, l’ha poi prorogata fino a gennaio 2020 e poi fino alla fine dell’anno(Tutto per tutto circa 90.000,00 euro pro anno). Alla stessa Dottoressa, laureata in lettere, è stata affidata anche l’area amministrativa, mentre con Bagnato anche gli affari generali! Altro precario reclutato con 110, l’ingegnere Francesco Amica, pure lui messo li dal Commissario Bagnato per equilibrare la nascita o residenza dei Dirigenti, criticato da Stasi prima, poi confermato da lui come sopra.(Costo  tutto per tutto 90.000, euro all’anno). New entry, l’istruttore direttivo del comune di Feroleto Antico,(2137 abitanti) Dott. Danilo Fragale, nativo di Lamezia, ha maturato esperienza viaggiando con il segretario Dott. Lo Moro da e per la cittadina di  Cirò, dove ha lavorato per un periodo. A Lui hanno assegnato un super ministero: Settori 6, 7 e 8, forse pensando che non si trattasse dei settori: Bilancio e servizi finanziari; Tributi e dulcis in fundo Patrimonio e Appalti del terzo comune della Calabria, ma di quelli di piccoli paesi come  Paludi o Cropalati (anche per lui 90.000, euro oltre gli interim che qual cosina la fanno racimolare). Chiarisco a quanti si sono arrampicati sugli specchi per dire che hanno denunciato la passata amministrazione rossanese per un 110 sul filo di lana, che, anche quelli della Dott.ssa  De Rosis e del Dott. Amica erano in zona Cesarini e dovevano essere considerati scaduti. Il resto dei dipendenti rimane a guardare, senza posizioni organizzative da mesi, senza attribuzione di progressioni dovute per contratto, gli stabilizzati di categoria C a 18 misere ore mensili insomma con una disorganizzazione che dequalifica la macchina comunale. Saranno gli organi di controllo a verificare la legittimità di tanto. A proposito l’articolo 110 del 267/00 pare reciti: lo statuto può prevedere che le coperture dei responsabili dei servizi e degli uffici, di qualifiche dirigenziali o di alta specializzazione possa avvenire mediante contratto a tempo determinato. Il regolamento degli uffici e dei servizi, poi, dirà in che percentuale. Sindaco ci spiega quale statuto? Quello per il quale ha ricevuto diffida dal Prefetto e che avrebbe dovuto approvare entro sei mesi da giugno 2019? O quello del tempo di Corigliano che non era dotato di dirigenza?

Paolo Maria Lamenza

Coordinatore Provinciale Lega Calabria    ( Area Jonica CS)

                                                                                                           

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.