Corigliano Rossano. La proposta dei Verdi a Stasi: Più attenzione alle periferie

CORIGLIANO ROSSANO  – «Il sindaco Flavio Stasi rilanci l’azione amministrativa, rivendicando il ruolo riformista dell’Amministrazione comunale che abbiamo contribuito a far eleggere». È quanto la Federazione di Europa Verde-Verdi Corigliano- Rossano ha chiesto al primo cittadino, nel corso un confronto tenutosi nei giorni scorsi.
«Abbiamo riferito a Stasi – riporta una nota del partito – che i Verdi sentono la necessità di favorire la partecipazione dei cittadini nella condivisione delle scelte ed nella individuazione degli obiettivi. Crediamo sia altrettanto necessario, però, che gli sforzi prodotti dal governo cittadino, i tanti interventi realizzati e quelli in itinere, diretti a colmare le criticità che attanagliano il territorio, siano condivisi e se ne dia contezza nel migliore dei modi. Anche per questi motivi stiamo ascoltando associazioni di cittadini, soprattutto nelle contrade, per le quali reclamiamo maggiore attenzione anche in termini di manutenzione e carenza di servizi».
In tema sanitario «apprezzando il gran lavoro svolto dall’amministrazione comunale – proseguono i Verdi – per fronteggiare l’emergenza sanitaria ed a difesa dello spoke di Corigliano Rossano le cui criticità sono state accentuate dalla pandemia, abbiamo ancora chiesto al sindaco di rafforzare questa azione, rivendicando strutture e servizi adeguati e di non lasciare queste rivendicazioni a chi di questo abbandono e questo sfascio è stato spesso complice».
«Sui tanti problemi che gravano sulla città e le emergenze da fronteggiare auspichiamo maggiore confronto e collegialità con la maggioranza consiliare, in sedi istituzionali e politiche. A questo proposito i Verdi – riferisce ancora la nota – hanno manifestato la disponibilità a farsi promotori, in quanto unico soggetto politico partitico della maggioranza stessa, di manifestazioni ed iniziative utili ad ampliare il parterre della partecipazione ai progetti necessari allo sviluppo ed al rilancio della città ed alle grandi questioni che riguarderanno il nostro territorio».
Il sindaco, a sua volta, ha condiviso le preoccupazioni dei Verdi riguardo alla partecipazione dei cittadini, ma ha fatto presente che «il periodo storico che abbiamo attraversato non ha certamente favorito incontri ed il dibattito pubblico».
Per quanto riguarda la collegialità delle scelte, pur ribadendo che spesso le riunioni si sono svolte perlopiù a distanza, anche il primo cittadino ha auspicato una «maggiore incisività della maggioranza consiliare», dichiarandosi disponibile a qualunque esigenza presentata «nell’interesse comune e del bene collettivo, che deve continuare ad essere la stella polare di riferimento alla quale ispirare ogni attività politica ed amministrativa» (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.