Corigliano Rossano. Italia Viva al sindaco sulla sorveglianza dei lavori dell’ospedale

nuovo ospedale

In questi giorni di grande dibattito sui metodi di ripresa economica e sociale  da una crisi senza precedenti, pare abbastanza evidente che il tema  degli Investimenti e, prima ancora, dello sblocco burocratico dei cantieri in itinere sia ormai l’unica strada da percorrere per tentare di risollevare il Paese.

ITALIA VIVA ,  sin da prima della  pandemia,  ha individuato nell’accelerazione dei  lavori nei cantieri di opere pubbliche di interesse primario,  la chiave di volta per la modernizzazione e razionalizzazione delle infrastrutture , oltre che il metodo più dignitoso di garantire  lavoro non più soggetto a inconcepibili tempi di fermo, ingiuste attese di retribuzioni e lievitazione di costi per la collettività.

Il modello Genova ora da più parti condiviso  e invocato per  colmare anacronistici  gap infrastrutturali  , soprattutto al Sud,  trova ancor più forza  se si considerano le risorse messe già in campo  dal governo e dall’Europa  e che speriamo siano implementate anche dai fondi del MES.

E’ sperabile  per la nostra area di sicuro ci saranno tempi e luoghi in cui discutere delle priorità di investimento.  E da quanto si legge nelle dichiarazioni dei rappresentanti istituzionali  si è sempre più certi che ciò accadrà.

Intanto non possiamo trascurare il dato che , al momento, l’unica grosso cantiere che interessa  la sibaritide è quello dell’Ospedale unico di c.da Inziti, nel territorio del Comune di Corigliano Rossano,

Abbiamo accolto con favore, poco più di un mese fa, la notizia che, su imput del Sindaco Stasi, si sarebbe formato un gruppo di “sorveglianza” regionale  sull’andamento dei lavori dei costruendi ospedali calabresi. E che, almeno mensilmente, si sarebbe avuto cura di accertarsi del regolare avanzamento delle opere in cantiere.

Italia Viva aveva già  chiesto che il Sindaco di Corigliano Rossano  incaricasse  un tecnico comunale  di sorvegliare direttamente i lavori riguardanti il nuovo Ospedale  a garanzia di un controllo doveroso nell’interesse della comunità. Potrebbe essere lo stesso neo Dirigente del Settore lavori pubblici  o altri.

Non sappiamo se la commissione di controllo regionale ,  per come proposta da Stasi,  si sia già incontrata e se abbia verificato  che( come sembrerebbero promettere le gru  innalzate nel cantiere di Inziti)  i lavori stiano procedendo senza intoppi,  secondo  il crono programma approvato. Siamo fiduciosi che sia accaduto  o che accadrà a breve.

Aspettiamo di  leggere presto notizie positive , da parte del Sindaco, sull’opera  più importante e più attesa  dal nostro territorio  e  ribadiamo che Italia Viva continuerà a seguire la vicenda .

Italia Viva Corigliano-Rossano

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *