Corigliano Rossano. Infanticidio, arriva la sentenza: 25 anni per Sergio Garasto

corigliano

Corigliano Rossano – Arriva il verdetto dei giudici della Corte d’Assise di Cosenza ( Presidente Paola Lucente – a latere Luigi Branda) nei confronti  dei quattro presunti responsabili, accusati a vario titolo di omicidio volontario premeditato ed aggravato in concorso. 25 anni per il noto medico Sergio Garasto nei confronti del quale il pubblico ministero aveva chiesto l’ergastolo;  24 anni  per la 42enne Stefania Russo ; 23 anni per Nunziatina Falcone e per il 38enne Piero Andrea Zangaro. La sentenza in parte conferma sostanzialmente la tesi dell’accusa.

Si tratta di una ipotesi di infanticidio venuta alla luce nell’ambito dell’inchiesta  “Medical market” finita agli onori della cronaca nazionale. La difesa (gli avvocati Antonio Pucci, Andrea Salcina, Mario Elmo ed Alfonso Sapia) nel corso del processo ha tentato la carta dell’infondatezza delle accuse sostenendo la tesi dell’aborto, supportato dalle risultanze peritali secondo cui il feto pare fosse giunto al pronto soccorso privo di vita. Altri rilievi sono stati mossi rispetto all’incidente stradale.  Secondo l’accusa  l’obiettivo degli incriminati sarebbe stato quello di  incassare e dividersi il risarcimento d’una polizza assicurativa automobilistica per responsabilità civile, arrivando a simulare che a causare l’aborto di Stefania Russo fosse stato un sinistro stradale. 90 giorni di attesa per il deposito  delle motivazioni. Si preannunzia una battaglia in punta di diritto tra accusa e difesa in sede di Corte d’Appello.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.