Corigliano Rossano, impennata di atti incendiari: droga, caporalato e futili motivi le cause



Week-end di fuoco a Corigliano Rossano: quattro le auto date alle fiamme per un numero totale di 58 mezzi colpiti in tutto il 2021. Le forze dell’ordine continuano l’azione di contrasto al fine di risalire alle cause degli atti che sono da inquadrare essenzialmente su tre filoni: traffico di droga, caporalato e dissidi privati per futili motivi. Si lavora quindi su questi tronconi, con occhio attento alla criminalità organizzata e ai tentativi di parte della ‘ndrina di impossessarsi del territorio aprendosi a lotte intestine interne. Ma, in questi casi, l’asticella della gravità si eleva in quanto vengono colpite le persone e non più le auto.

cariati

Il Tribunale di Castrovillari

Sul fronte del caporalato e della droga gli investigatori a più riprese sono intervenuti mediante l’esecuzione di misure cautelari restrittive ma il problema è talmente diffuso che i processi di rigenerazione degli eventi delittuosi sono continui e costanti. Gli ultimi mezzi dati alle fiamme, in tempi diversi, sono un Suv Tiguan e un furgone destinato al trasporto di braccianti agricoli a Schiavonea e due auto in Via Grasso Sasso nella circoscrizione di Rossano. Sui casi indagano i carabinieri del Reparto operativo e gli uomini del commissariato di pubblica sicurezza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.