Corigliano Rossano. Il ringraziamento del sindaco Stasi agli assessori uscenti

CORIGLIANO-ROSSANO – «Da poche ore ho comunicato la nuova giunta che mi affiancherà nell’azione politico-amministrativa della città di Corigliano-Rossano – dichiara il sindaco Flavio Stasi – ma come primo atto del nuovo corso sento l’obbligo morale e il dovere istituzionale di ringraziare gli assessori uscenti per il non facile lavoro portato avanti in questi due bellissimi ma complessi anni di cammino fatto insieme.

Flavio Stasi

In un percorso politico importante come quello dell’amministrazione di Corigliano-Rossano è inevitabile trovarsi a dover fare delle scelte difficili, ma questo rientra tra i doveri di un sindaco dai quali non ho mai pensato di sottrarmi. Ma non posso che essere grato nei confronti di chi ha lavorato ininterrottamente al mio fianco in questi primi anni di Amministrazione della città, affrontando con me non soltanto la grande complessità di una città di 80 mila abitanti, ma anche le criticità della prima amministrazione politica della città unica e dell’emergenza pandemica che ha stravolto le nostre vite personali, oltre che amministrative.

Ringrazio dunque pubblicamente, a nome dell’intera città, Donatella Novellis, Giovanni Palermo, Tiziano Caudullo, Annamaria Turano e Claudio Malavolta, ai quali rinnovo la mia stima e gratitudine per aver condiviso con me progetti, difficoltà, gioie e tanta fatica, senza aver guardato mai l’orologio, tralasciando anche impegni ed affetti personali, lavorando al mio fianco per il bene della città.

Una città che stiamo costruendo e che va costruita, oggi più di ieri, insieme all’intera comunità, mattone dopo mattone. I momenti di verifica e di difficoltà, come quelli che abbiamo affrontato, si superano soltanto con scelte coraggiose e la svolta intrapresa non cancella quanto di buono fatto in questi mesi, che anzi rappresenta una base solida per il gravoso lavoro che ci aspetta.

 Allo stesso tempo auguro buon lavoro ai nuovi assessori ed ai consiglieri comunali che si insedieranno nel prossimo Consiglio» (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *