Corigliano Rossano. I&C al Liceo Classico San Nilo per LIBRIAMOCI | VIDEO

La direzione della testata giornalistica di informazionecomunicazione.it e il personale che cura la “la casa del libro” ospiti del Liceo Classico San Nilo in occasione di “Libriamoci”, la campagna Miur per la promozione della lettura. Coinvolte le classi seconde, terze e quarte. Sottoposta agli studenti la sperimentazione nella scrittura di un racconto al fine di realizzare una pubblicazione.

Il direttore responsabile Matteo Lauria, la giornalista Rossella Molinari e la redattrice Erminia Madeo hanno approfondito gli aspetti legati alla pubblicazione intesa sia nel campo librario-editoriale sia nel mondo dei social e di internet. L’obiettivo è individuare i talenti nella scrittura creativa per fornire loro gli strumenti necessari alla produzione editoriale. Spiegato nei dettagli il ciclo che parte dalla maturazione dell’idea, procede nella lavorazione del prodotto e termina con la promozione mediante un piano di comunicazione integrata.

Lo spirito di Libriamoci è far scoprire ai più giovani la bellezza della lettura e il suo potere di coinvolgimento se fatta a voce alta, ma nel liceo San Nilo si è andati oltre con le attività di scrittura creativa.

Il progetto, che ha visto l’organizzazione delle docenti responsabili prof.sse Marilena De Sanctis e Barbara Filomia, si è articolato in tre giorni, 13-14-15 novembre 2019: con i  giornalisti, sono state affrontate le tematiche circa la correttezza delle notizie, la qualificazione delle fonti, il reperimento delle informazioni, le fake-news e i social, le criticità sull’autonomia e l’indipendenza, e su come eliminare le condizioni di ricattabilità sui giornalisti spesso sottoposti a condizionamenti e a pressioni. Con la redattrice, è stato presentato l’iter che affronta un manoscritto per diventare libro, si è approfondito il funzionamento delle case editrici ed è stato letto un racconto narrativo non di genere. Dopodiché, i ragazzi sono stati invitati a comporre un racconto breve prendendo ispirazione da luoghi, suggestioni e atmosfere a loro vicini. Nell’appuntamento successivo, i racconti sono stati letti e condivisi per una prima fase di valutazione. L’intento di tale esperimento laboratoriale è stato quello di individuare particolari talenti nella scrittura e incitarli nel processo di componimento con il giusto affiancamento che potrà portare alla pubblicazione finale. I ragazzi si sono detti soddisfatti dell’esperienza e hanno dimostrato grande entusiasmo di fronte alle proposte degli esperti. (L’attenzione e le numerose domande poste agli ospiti delle tre giornate hanno dimostrato come sia stato centrato il loro interesse e si sia aperta una possibilità di lavoro sulle loro abilità). Una seconda fase di tale attività si svolgerà nel mese di gennaio, allorquando si porranno le basi per una pubblicazione  da realizzare entro la prossima primavera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *