Corigliano-Rossano, esondazione del Crati: Evacuate quattro famiglie

L’argine che ha ceduto

Quattro le famiglie evacuate, prevalentemente di origine straniera e danni alle aziende agrumicole. Fortunatamente nessun ferito, ma tanti danni. Sul posto sono intervenuti quattro mezzi dei vigili del fuoco del distaccamento di Corigliano-Rossano e una squadra di Trebisacce di supporto. Le persone sono state messe tutte in salvo e, in queste ore, l’attenzione si è spostata sulla necessità di ripristinare l’argine al fine di arrestare l’imponente flusso d’acqua che dal Crati si è abbattuta su contrada Foggia, area rurale del coriglianese, urbanizzata, con aziende agricole e abitate da famiglie proprietarie dei fondi e da stranieri che lavorano per conto delle imprese agricole che operano nel settore dell’agrumicoltura ma anche della zootecnia.

Due le imprese al lavoro per il ripristino della sponda che sarà irrobustita con dei massi. Strade sterrate stanno complicando le attività di trasporto che si sta effettuando con l’impiego di grossi mezzi. Sul posto si è portato il vice sindaco della città Claudio Malavolta, che si è sincerato circa lo stato di salute degli sfollati, i quali, provvisoriamente hanno trovato ospitalità presso parenti e amici. Nel frattempo l’amministrazione comunale ha avviato una serie di interlocuzioni con la Regione Calabria allo scopo di porre la parola fine a una questione che si trascina da 12 lunghi anni.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.