Corigliano Rossano. Covid, il punto in città. Preoccupano i rientri

Jonio – Emergenza Covid: le ultime. Su Corigliano Rossano non ci sono nuovi casi Covid. I dati si fermano a quota 42 complessivi, tra soggetti a domicilio, ricoverati a Cosenza e Cetraro, deceduti e guariti. Il sindaco Flavio Stasi nel suo intervento serale, aggiunge che  “i primi risultati dei tamponi fatti nelle case per anziani sono tutti negativi”,  sottolineando tuttavia che non ci sono “ancora tutti i risultati”. Il Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Martino Rizzo, dal suo profilo social rimarca la problematica dei rientri:  “Ci sono problemi in previsione dei prossimi rientri, con qualche perplessità sul fatto che la riapertura indiscriminata potrebbe riportarci in situazioni di crisi di qualche tempo fa, che sinceramente si vorrebbero evitare. Per questo c’è stata una lunga riunione con gli Organi sanitari regionali, per stabilire le modalità di rientro, che potranno avvenire purché ci siano adeguati requisiti per svolgere la quarantena al proprio domicilio. Sarà emanata una nuova Ordinanza che, si spera, recepirà le indicazioni sanitarie fornite e prevederà i rientri con una “preventiva” autorizzazione della Regione”. Il direttore Rizzo riprende la tematica dei tamponi e dei ritardi. Su questo versante annuncia:” La Regione garantirà l’apertura di un laboratorio a Corigliano-Rossano, per processare i tamponi ed avere risultati in tempi celeri. Probabilmente il test sierologico sarà disponibile dai primi di maggio”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.