Corigliano Rossano, covid: 57enne in pronto soccorso con polmonite, preoccupa l’aggressività

Covid, prende sempre più corpo la strisciante preoccupazione dell’approccio evolutivo del virus, particolarmente aggressivo.

sanità

Così come è accaduto per il sedicenne ricoverato d’urgenza a Cosenza a cui è stata riscontrata una polmonite, poche ore fa in pronto soccorso a Rossano si è presentato un 57enne del posto, risultato positivo al tampone, anch’egli con polmonite, problemi respiratori, tosse e febbre. La situazione si presenta sempre più complessa, anche per il personale del pronto soccorso impegnato nell’assistenza non solo ai codici rossi, gialli e verdi, ma anche ai pazienti ricoverati in osservatorio di breve intensiva. Al momento ci sono ben 13 degenti che i reparti non possono accogliere per mancanza di posti letto. Le condizioni lavorative per il prossimo week end non sono delle migliori, considerato anche il numero dei medici e paramedici presenti nella dotazione organica. Si ricorre spesso allo straordinario, e uno degli infermieri è assente da giorni proprio perché ha contratto il coronavirus. Non è da escludere, a partire dalle prossime ore, un ritorno a vecchi scenari che riproducevano le lunghe file di ambulanze nello spazio antistante il presidio ospedaliero.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *