Corigliano Rossano. Bando di gara per concessione aree demaniali



Tatiana Novello

CORIGLIANO-ROSSANO – Maggiore fruibilità delle aree demaniali per i diversamente abili, destagionalizzazione dell’offerta turistica, lidi e strutture ripensate in modo ecosostenibile che puntino al “plastic free”. Si muove su queste direttive il bando di gara per l’affidamento delle concessioni delle aree demaniali marittime per finalità turistico – ricreative che sarà pubblicato nei prossimi giorni.

Al bando potranno partecipare persone fisiche o giuridiche, che non siano già titolari, o lo siano stati, di altra concessione demaniale marittima nell’ambito del territorio comunale di Corigliano-Rossano. Le concessioni avranno una durata di sei anni dalla data di sottoscrizione, per come previsto nella delibera di Giunta Comunale n. 74 del 25 aprile 2021. Allo scadere dei sei anni la concessione non sarà automaticamente rinnovata, ma si procederà al rinnovo su richiesta di proroga dell’interessato, richiesta che sarà pubblicata e, nell’eventualità sia di interesse di terzi che lo rappresentino con osservazioni, sarà messa a bando (selezione pubblica per il rinnovo dell’assegnazione delle concessioni già utilizzata per gli anni 2021/2033 dal Comune di Corigliano-Rossano)

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di dare attuazione ai Piani comunali spiagge (PCS) strumenti di regolamentazione delle aree del demanio marittimo ricadenti nel territorio comunale, assicurando al tempo stesso, il rispetto della normativa urbanistica, edilizia, paesaggistica ed ambientale, nonché la migliore funzionalità e produttività delle attività turistiche che si svolgono sul demanio marittimo e per favorire lo sviluppo turistico.

I criteri di valutazione dell’offerta tecnica valorizzeranno le proposte che garantiscono e contribuiscono ad attuare:

1 – Una maggiore fruibilità degli spazi e delle aree ai portatori di handicap, fermo restando l’obbligatorietà per tutti di garantire l’entrata e la discesa in mare;

2 – Iniziative rivolte al Plastic Free;

3 – La destagionalizzazione dell’attività turistica favorendo la concentrazione dei flussi anche in periodi diversi dall’estate, e perciò, mantenendo aperte tutto l’anno le strutture nei lotti a carattere annuale, e comunque per almeno sei mesi, contribuendo così a sostenere i livelli occupazionali, e ad armonizzare l’offerta complessiva con gli interessi della collettività.

«Abbiamo fatto nostre diverse osservazioni arrivateci da cittadini, concessionari e associazioni. In base a queste, e a risultanze tecniche, è risultata forte l’intenzione di investire in attività balneari da parte dei nostri concittadini – ha affermato l’assessore all’Assetto Urbano e Lavoro con delega allo Sviluppo costiero e delle località montane, Tatiana Novello – sono stati messi a bando alcuni lotti balneari, uno per zona, per favorire nuove opportunità lavorative e la fruibilità di ulteriori servizi, oltre che per favorire attrattività sulla costa» (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.