Corigliano Rossano. Aggiudicato dall’ASP servizio cattura cani vaganti dopo ben quattro mesi di sospensione

CORIGLIANO-ROSSANO. L’anno scorso da marzo a luglio e poi quest’anno da luglio a novembre il servizio di cattura dei cani vaganti era stato inspiegabilmente sospeso. Le sollecitazioni al Commissario dell’Asp di Cosenza per chiedere il ripristino sono state innumerevoli, nel frattempo i Comuni sono stati costretti ad impegnare spese (che speriamo vengano rimborsate) o a ricorrere a dipendenti, volontari o comuni cittadini per trasferire i cani nelle strutture con rallentamenti notevoli, se non blocchi, degli interventi su strada, sia urgenti (cani morsicatori o feriti/incidentati) che programmati (su branchi e femmine produttive).

Sono state rallentate e stravolte anche le attività di un corpo di polizia Municipale già sottodimensionato e sfiancato.

Un servizio che tra l’altro andrebbe rafforzato e modernizzato sia perché a fronte di numerosissime segnalazioni di più comuni, distanti, c’è un unico operatore sia perché si dovrebbe rendere più accessibile il ricorso a strumentazione come la telenarcosi per effettuare interventi mirati che privilegino la cattura degli esemplari femmine da sterilizzare.

Ogni azione di tutela della salute pubblica e del benessere degli animali sul territorio, è stata vanificata.

Si pensi che sono ben 155 i Comuni penalizzati il tutto in una regione in emergenza randagismo da decenni per normative rigide, canili sanitari insufficienti o poco dinamici rispetto alle esigenze dei territori, carenza di strumentazione e veterinari, costi che gravano esclusivamente sui bilanci dei Comuni nel totale immobilismo del Governo Regionale a parte qualche isolata proposta di modifica.

Oggi apprendiamo finalmente dai canali ufficiali dell’Azienda Sanitaria Provinciale che è stato aggiudicato il servizio.

La speranza è che in futuro si lavori seriamente per supportare i Comuni, qualcuno dovrà pur assumersi la responsabilità del mancato raggiungimento di risultati che potevano essere ben più significativi nella lotta ad un fenomeno che ha raggiunto in Calabria proporzioni drammatiche.

Liliana Zangaro – Consigliere Comunale

comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *