Corigliano Rossano. 54enne in manette, maltrattamenti e atti persecutori

Corigliano Rossano – 54enne finisce dietro le sbarre con l’accusa di  maltrattamenti in famiglia e atti persecutori. Tutto ha inizio alle ore 4:50 di questa mattina quando la Sala Operativa del Commissariato di Pubblica sicurezza riceve alcune segnalazione sull’utenza 113 riguardanti una violenta lite in famiglia a Rossano. Personale della Polizia di Stato giunge immediatamente sul posto. Gli agenti sentono delle grida di aiuto provenire da uno degli appartamenti dello stabile. Entrano nell’appartamento e  trovano un uomo che, brandendo un coltello da cucina, urla frasi sconnesse intimidatorie, del tipo “esci fuori che vi ammazzo”, “vi faccio vedere chi comanda” all’indirizzo di moglie e figli asserragliati in un’altra stanza nell’appartamento. L’uomo prontamente bloccato dal personale della Polizia di Stato viene disarmato successivamente arrestato.

Dalle verifiche effettuate nell’immediatezza risulta che le condotte violente, reiterate e perduranti nel tempo, hanno procurato alle vittime gravi stati di ansia e di terrore.

In sede di querela le parti offese descrivono un quadro familiare altamente allarmante fatto da numerosi episodi di maltrattamenti, minacce e percosse in loro danno.

Dell’avvenuto arresto è stata  data notizia al Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Castrovillari, il quale ha disposto per l’arrestato la traduzione presso la Casa Circondariale di Castrovillari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *