CORIGLIANO: “CASO BELLUCCI”, CHI LA TALPA?

salvatore bellucci_200_200

Scoppia un vero e proprio scandalo a Corigliano. Organi di stampa e blog pubblicano dichiarazioni confidenziali contenute su supporto audio dove si odono le dichiarazioni attribuite al segretario comunale Salvatore Bellucci mentre esprime considerazioni pesanti contro la commissione antimafia insediatasi dopo lo scioglimento del consiglio comunale. Affermazioni gravi da cui lo stesso Bellucci «prende le distanze». Secondo l’alto burocrate la registrazione è stata «carpita per danneggiare l’Esecutivo». Affermazione ritenuta «decontestualizzata,che non rispecchia mio pensiero». Secondo Bellucci l’obiettivo è «screditare me come persona e come funzionario pubblico dotato di un forte senso dello Stato. È una dichiarazione decontestualizzata che non rispecchia il mio pensiero che, nel corso della conversazione (illecitamente registrata a mia insaputa), è stato espresso in maniera più articolata al solo fine di sottolineare la qualità dell’azione amministrativa riconducibile al sindaco in carica e non certo per delegittimare l’operato della Commissione straordinaria ovvero offendere i suoi membri. Chiedo scusa per il linguaggio e per i termini, quantunque usati in sede privata e confidenziale. Cui prodest?». Bellucci, nella registrazione, contesta l’operato della commissione e inserisce il termine “mafia” … Continua nell’edizione odierna de LA PROVINCIA COSENTINA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *