Corigliano. Banda colta in flagranza, sei arresti



Il materiale rinvenuto

Corigliano – Tentativo andato a vuoto di una banda di ladri appostata davanti la cassa continua di una Banca a Cantinella. Una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Corigliano nota un’auto sospetta parcheggiata davanti l’istituto di credito con a bordo sei individui, i quali, accortisi dei militari,iniziano una pericolosa fuga per le strette vie di Corigliano, con l’intento di sottrarsi agli accertamenti. Gli stessi tuttavia sono poi stati bloccati in una strada senza uscita. I soggetti della banda tentano di sottrarsi all’arresto dileguandosi a piedi ed opponendo resistenza ai Carabinieri intervenuti, che invece riescono a bloccarli.
L’immediata perquisizione del veicolo utilizzato permette di rinvenire all’interno un vero e proprio “arsenale” di arnesi atti allo scasso. Di seguito sono stati posti sotto sequestro diversi apparati ricetrasmittenti per le comunicazioni fra i componenti della banda, grimaldelli, piedi di porco, martelli, cacciaviti, guanti, passamontagna, torce, strumenti tattici per l’occultamento della merce rubata, nonché una targa prova. Accertamenti sull’autovettura che risultava con una targa alterata e non corrispondente al telaio della stessa, verosimilmente per non far riconoscere l’autovettura laddove fosse stata immortalata da telecamere di videosorveglianza.
I sei individui, tutti pluripregiudicati, sono quattro di origine barese, M.G. classe ‘79, F. D. classe ‘87, V.A. classe ’93, L.F. classe ‘83 e due di origine rossanese, Z.E.G classe ’72, T.G. classe ’93. Tutti sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Castrovillari in attesa di rito direttissimo. Devono rispondere di resistenza e lesione aggravate a pubblico ufficiale s possesso ingiustificato di chiave alterate e di grimaldelli, nonché di utilizzo di targa contraffatta, così come concordato con l’Autorita giudiziaria di Castrovillari.
Sono in corso serrate indagini ed accertamenti portati avanti dai Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro e coordinate con la Procura della Repubblica di Castrovillari presieduta dal Dott. Eugenio Facciolla, per accertare se, alla luce del materiale sequestrato ai sei individui, possa essere ricondotta alla banda una serie di furti e tentati furti avvenuti negli ultimi mesi presso esercizi commerciali e uffici postali della zona.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.