Coniugi coriglianesi fermati sull’autostrada con l’accusa di spaccio tornano in libertà

atti osceni

CORIGLIANO ROSSANO – Sono stati rimessi in libertà senza obblighi e annullata ogni misura cautelare per i coniugi coriglianesi P.M. di anni 42 e L.A.S di 32, arrestati lo scorso giugno dalla polizia di Lamezia Terme, sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, per spaccio di stupefacenti.

Gli agenti della Polizia Stradale di Lamezia Terme avevano fermato l’autovettura per un normale controllo. Successivamente, insospettiti dal comportamento dell’uomo al volante, avevano deciso di svolgere una perquisizione completa rinvenendo 10 involucri di sostanza stupefacente per un totale di cinque chili, corrispondenti a 3mila dosi di droga. Il quarantunenne coriglianese era stato quindi tradotto in carcere mentre per la sua compagna era stata disposta la misura degli arresti domiciliari. P.M., in accoglimento delle tesi dei difensori, aveva già lasciato il carcere ed era agli arresti domiciliari.

La coppia è difesa dagli avvocati Ettore Zagarese, Nicoletta Bauleo e Umberto Tarantino. Ai coniugi è stato anche restituito il veicolo sequestrato dalle forze dell’ordine.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *