COMITATO “FUSIONE”: PETIZIONE POPOLARE E INCONTRI

fusione

Ennesima riunione costruttiva del Comitato 100 Associazioni che per circa 2 ore ha visto protagonisti cittadini e politici del territorio. Clima informale, confronto costruttivo, presa di coscienza delle priorità, questi i connotati salienti che hanno caratterizzato l’incontro. Il Sindaco di Rossano Giuseppe Antoniotti, accompagnato dagli Assessori Rodolfo Alfieri e Natale Chiarello, ha voluto partecipare al meeting del Comitato

per sancire il suo impegno a favore della fusione e di tutte quelle progettualità in grado di risollevare le sorti del territorio. Tra le principali azioni da fare, presidiare con decisione la risoluzione dei problemi della sanità e lo start-up dei lavori per la costruzione dell’ospedale della Sibaritide. Ancora una volta, si è voluto sottolineare quanto Corigliano e Rossano siano legate allo stesso tempo da storia e da programmi comuni, macro progetti come, ad esempio, il depuratore consortile e il PISL. Osservazioni accolte da Giovanni Spezzano del PD della città ausonica, che ha intrapreso l’iniziativa – insieme ad altri consiglieri – di chiedere la convocazione del Consiglio Comunale di Corigliano Calabro sulla Fusione e la conseguente approvazione della delibera di indirizzo. Tra gli interventi, anche quello di Raffaele Bombino, rappresentante sindacale regionale dell’USB Sanità, che ha ancor più sottolineato l’emergenza del comparto che vede continue e quotidiane mortificazioni della dignità umana e professionale di cittadini e operatori sanitari della fascia jonica. Dal suo canto, il Comitato 100 Associazioni non molla la presa del dibattito costruttivo e inclusivo, programmando l’organizzazione di una petizione popolare e il calendario degli incontri di giugno/luglio nelle aziende, nei centri di aggregazione sociale, nelle sedi sindacali e nelle parrocchie. L’impegno per il bene comune e per i programmi di sviluppo rimangono, dunque, i caposaldo per cittadini ed amministratori pubblici con un denominatore comune: fare le cose insieme e il più presto possibile.(comunicato)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *