Città di Corigliano Rossano, 11 i premiati. Si pensa al futuro | VIDEO

Primo premio città di Corigliano-Rossano “UNICO CIELO DI STELLE”. Tra Arte, Moda ed Eccellenze…”, successo oltre ogni previsione. Soddisfatta l’intera organizzazione che ha voluto la manifestazione, i componenti dell’Associazione internazionale Centro Arte Club unitamente al Comitato Un CO-RO di Si – Piragineti, con il supporto dell’Osservatorio permanente sulla gestione e gli effetti della fusione, le associazioni “Con-Tatto” e “Il Sasso nello Stagno”. E si guarda già al futuro per fare di più e meglio.

11 i premi assegnati tra talenti ed eccellenze, sotto la conduzione straordinaria di Deborah Ferraina e Demo Mura, affiancati da Enzo Costanza. Direzione artistica affidata a Ercolino Ferraina nella duplice veste di soggetto organizzatore e presidente dell’associazione internazionale Centro Arte Club. «Obiettivo riuscito». Luogo prescelto, in continuità con il passato, la centralissima piazza principale di Piragineti,già  sede lo scorso anno della nota manifestazione Miss & Mister Fusione Corigliano-Rossano.

L’evento si è tenuto con il patrocinio dalla Presidenza del Consiglio della Regione Calabria e del Comune di Corigliano-Rossano. Assente a causa di sopraggiunti impegni il presindente della prima commissione affari istituzionali On. Franco Sergio, a cui è stato assegnato un riconoscimento per l’impegno politico assunto nel portare avanti il processo di fusione.

Tra i premiati – settore turismo – Antonio Capalbo, titolare del Casino Caruso di Corigliano Rossano, locale di intrattenimento che promuove campagne a favore della sicurezza e contro l’alcool.

Entusiasta del risultato, il presidente del comitato un CO- RO DI SI – Piragineti Giovanni Rugna, che ha sottolineato l’azione corale e sinergica di tutti i soggetti in campo

Rimane un feeling con la Calabria e con la città di Corigliano Rossano. Il ritorno di Demo Mura, artista, attore, presentatore, show-man e cabarettista. Ha tenuto la piazza con grande e straordinaria capacità di intrattenimento, coinvolgendo il pubblico. Un cenno a un brutto episodio ora superato, e poi l’invito a osservare un minuto di silenzio in ricordo delle vittime di Genova e Civita.

Per l’imprenditoria automobilistica è stato premiato il gruppo Aversente, che opera in più settori, in ricordo del commendatore Giorgio Aversente.

Non è stato semplice metter su tutta l’organizzazione, alla fine il risultato è stato raggiunto con grande professionalità. Si pensa già al futuro e alla prossima edizione.

L’intera serata è stata intervallata dalla suadente musica del Maestro violinista, concertista e solista Francesco Greco

Le targhe – premio sono state elaborate dal Maestro orafo Domenico Tordo che ha realizzato il prezioso riconoscimento.

La sfilata di 10 modelle acconciate dal centro bellessere di Anna Celestino. Hanno indossato le manifatture dell’arte orafa del giovane Maestro Domenico Tordo,che ha prodotto i premi su foglia d’argento realizzate a sbalzo su un dipinto dello stesso presidente del centro culturale Arte Club Ercolino Ferraina.Gli abiti della stilista Luigia Granata, tra i premiati, che ha presentato la nuova collazione inverno 2019.

Tra gli ospiti, in realtà di casa, la regina dello scorso anno, Miss Fusione Laura Bauleo giunta tra le 50 finaliste in ambito nazionale. Emozionante il suo intervento, disinvolta per portamento e destrezza.

Sul palco artisti di spessore: Enzo Costanza show-man cabarettista ed ex inviato di Striscia La Notizia. Manifestazione riuscita.

Per il sociale, in evidenza il ruolo e la funzione svolta dall’associazione “Basta vittime sulla SS 106”, organismo sorto nel 2014 con lo scopo di fermare la strage stradale sulla statale jonica. A tal riguardo l’organizzazione ha inteso attribuire un premio per l’impegno, l’azione e la determinazione, all’intera struttura.

Per la politica, riconosciuto tra i principali protagonisti nell’iter istituzionale che ha portato alla legge regionale di istituzione della città Corigliano Rossano, l’ex consigliere regionale della regione Calabria, presidente e fondatore del movimento “Il Coraggio di Cambiare l’Italia” Giuseppe Graziano. Ha ringraziato l’organizzazione e soprattutto i cittadini per aver consentito mediante il referendum la nascita della terza città della Calabria.

Lo staff, ha inteso assegnare il premio “Cultura, Università e Ricerca Scientifica” al dottor Osvaldo De Falco, per le innovative idee apportate dal progetto Biofarm, volto a bypassare l’attuale contorta filiera agroalimentare, consentendo l’uso della tecnologia e della digitalizzazione per mettere in contatto diretto il produttore di cibo sostenibile con chi lo porta in tavola.

Per la medicina, il valido riconoscimento è stato consegnato al dottor Elia Diaco, angiologo, all’avanguardia nella medicina vascolare, ricorrendo a un trattamento altamente tecnologico e innovativo.

La Sibaritide costituisce elemento cardine dell’economia calabrese, anche e soprattutto nel settore dell’agricoltura. E le imprese, nonostante le difficoltà di ordine infrastrutturale, riescono ad affermarsi con tenacia e caparbietà. Tra premiati l’agrumicola di Natale Gallo, che si distingue tra l’altro per la produzione di melograni di varietà israeliana e californiana, prodotto moderno che risponde alle attuali richieste di mercato.

Nel settore dell’imprenditoria olearia, l’organizzazione ha individuato l’azienda Acri Giovanni, da 4 generazioni produce e trasforma le olive in pregiati oli, attraverso una filosofia produttiva improntata allo studio delle esigenze del consumatore secondo le più moderne e sofisticsate tecniche di lavorazione.

Per la vitivinicoltura premiata l’azienda Senatore Vini, che vanta origini sin dal 900. Oggi si attesta a una produzione annua pari a circa 280mila bottiglie, suddivise tra dop Cirò e Igp Calabria.

La serata è stata condotta magistralmente da Deborah Ferraina, che insieme a Demo Mura, ha reso armonioso, gradevole e coinvolgente l’intero spettacolo.

L’organizzazione è stata supportata dall’Osservatorio permanente sulla gestione e gli effetti della fusione dei comuni di Corigliano Rossano, costantemente attivo nell’azione di monitoraggio e controllo nell’interesse delle comunità.

E ora si guarda si guarda alla prossima edizione con voglia ed entusiasmo. L’evento assume la caratteristica della storicizzazione. Occorre tuttavia la collaborazione di tutti e la giusta sinergia.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *