Castrovillari, arrestato un 32enne ritenuto responsabile di due rapine a esercizi commerciali



Due rapine nel centro di Castrovillari sono costate gli arresti domiciliari a R.D., 32enne già conosciuto dai militari dell’Arma per i suoi precedenti di polizia. L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Castrovillari a carico dell’indagato è il risultato di un’articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica e condotta dalla Stazione Carabinieri di Castrovillari che ha consentito – a livello di gravità indiziaria e in attesa dei successivi sviluppi, attesa l’attuale fase di svolgimento delle indagini preliminari – di arrestare il soggetto ritenuto indiziato delle due rapine commesse in esercizi commerciali del luogo.

In particolare, la prima è stata commessa il 18 dicembre scorso quando un soggetto, travisato con una mascherina nera, è piombato all’interno di una rivendita di frutta e verdura asportando il registratore di cassa dopo aver spintonato contro gli scaffali la dipendente che in quel momento si trovava all’interno. Con il bottino, pari a circa 250 euro, è poi riuscito a scappare subito a piedi, nonostante l’immediato intervento di una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile che si trovava nei pressi del luogo dell’evento.

La seconda, avvenuta invece il 7 gennaio in un’altra rivendita di frutta e verdura, è stata commessa con modalità simili: stavolta un uomo, travisato con una sciarpa e brandendo un taglierino, è entrato nell’esercizio commerciale dirigendosi direttamente verso il registratore di cassa. Dopo aver minacciato la proprietaria con l’arma da taglio, è poi riuscito ad asportare la somma contante di 270 euro circa e scappare subito via con l’incasso.

Le indagini effettuate dai Carabinieri della Stazione si sono soffermate dapprima sull’analisi dei sistemi di videosorveglianza installati nelle zone interessate: grazie alla visione delle immagini estrapolate, è stato infatti possibile risalire, a livello di gravità indiziaria, all’identità dell’uomo. Identità che poi è stata ulteriormente suffragata dalla corrispondenza degli indumenti indossati al momento delle due rapine commesse con quelli rinvenuti nella sua disponibilità al termine di una perquisizione. ( fonte – cosenzachannel.it)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.