Cassano allo Ionio, querelato il senatore Morra |VIDEO



Cassano all’Ionio. Il senatore Nicola Morra querelato per diffamazione. La denuncia, presentata ieri mattina presso il Tribunale di Castrovillari, giunge dal Comune di Cassano in seguito alle dichiarazioni dell’esponente del Movimento 5 Stelle che, lo scorso novembre, chiedeva attraverso una interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno la rimozione del sindaco e lo scioglimento del consiglio comunale della Città delle Terme per infiltrazioni mafiose. La notizia della querela è stata nel corso di una apposita conferenza stampa, convocata d’urgenza dal primo cittadino Gianni Papasso. A firmare la querela, oltre al sindaco Papasso, il segretario generale, Antonio Fasanella e i consiglieri di maggioranza: Alfano, Clausi, Giardini, Fasanella, Lonigro, Martucci, Salmena (ex consigliere ora assessore),  Laurito, e Scarano, a vario titolo chiamati in causa nella interrogazione parlamentare.

Il primo cittadino ha affermato ” ci siamo sentiti accusati ingiustamente dal senatore Morra. Abbiamo, pertanto, provveduto ad esercitare il diritto di difenderci e autotutelarci. Un diritto esteso alla città di Cassano All’Ionio, la cui immagine è stata gettata nel fango senza motivo. Con forza – ha evidenziato – rimandiamo al mittente le accuse e rinnoviamo al Sen. Morra, l’invito a venire a Cassano sia per verificare tutti gli atti che ritiene, che per rendersi conto di quanto è bella la nostra cittadina e di quanto è laboriosa e onesta la nostra comunità. Chiediamo a Morra di rinunciare alla sua immunità parlamentare e mettersi alla pari di noi altri, assumendosi la responsabilità delle proprie azioni, poiché le illazioni da lui mosse, nella fattispecie, sono molto gravi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.