Cassano, esce il romanzo d’esordio del giovanissimo Ernesto Casella

“Misantropia” è un romanzo d’esordio ma già maturo, scritto dal giovanissimo, appena 18enne, autore calabrese Ernesto Casella, pubblicato da Ferrari Editore. Un romanzo concentrato sulla vita che attinge a una certa matrice noir d’oltreoceano, attraverso un plot ben delineato, delicato ma ipnotico che non lascia mai il tempo di riprendere fiato. Una storia che appassiona, commuove e turba, giocando a nascondere, nelle pieghe del surreale, sentimenti forti e contrastanti come l’amore e l’odio, l’ipocrisia e la speranza. Con uno stile piacevole, originale, quasi sperimentale, l’autore costruisce un intrigante e allo stesso tempo malinconico gioco di specchi, in cui i personaggi ci mostrano la loro vita, mettendo a nudo la nostra.
Un gioco che rappresenta una passionale rivolta contro i condizionamenti e le monomanie della società, che indaga i meccanismi dell’inconscio, per tentare di conoscere ciò che sta dentro e fuori da noi. Un romanzo breve ma forte come il passato che non muore mai, avvincente come il senso del destino e coraggioso come chi sa guardare in faccia la dura realtà.

L’AUTORE
Ernesto Casella, giovane scrittore e poeta calabrese, è nato nel 1998 a Cassano all’Ionio (CS), dove vive e studia. Ha cominciato a leggere e scrivere prestissimo e non si è più fermato. Ha partecipato a diversi concorsi letterari ottenendo lusinghieri risultati e segnalazioni. Ha pubblicato poesie e racconti brevi su siti, riviste e antologie. La sua scrittura si muove attraverso moti contrastanti con malinconia sottile e delicatezza disarmante. Ha pubblicato la raccolta di poesie “Moti di una giovane anima” (2012) e “Misantropia” (2016), il suo primo romanzo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.