Cariati. Rifacimento rete idrica, ok progetto definitivo: si interviene dopo 20 anni

Rete idrica comunale, finalmente dopo circa 20 anni si interviene con i lavori di efficientamento ed ammodernamento per portare a soluzione, tra gli altri, il fenomeno della torbidità dell’acqua, degli sprechi dovuti alle frequenti e alle conseguenti e consistenti perdite in percentuale elevata rispetto a quella immessa in rete e alla carenza idrica. 

 

È quanto fa sapere l’assessore alle opere pubbliche Sergio Salvati, informando con il Sindaco Filomena Greco che la Giunta Municipale ha provveduto ad approvare il progetto definitivo dell’opera, finanziata dalla Regione Calabria – Regione Calabria – Assessorato alla Tutela dell’Ambiente che ha comunicato all’Ente l’imminente erogazione dei fondi e la possibilità, quindi, di utilizzo delle somme per l’avvio dell’iter. Ammonta a 500 mila euro il quadro economico del progetto predisposto dall’area tecnica.

Nel ringraziare la Giunta Regionale per la sensibilità e l’attenzione dimostrata nei confronti del territorio di Cariati, l’Esecutivo Greco coglie l’occasione per esprimere soddisfazione per il risultato ottenuto e che rappresenta un tassello importante del programma amministrativo.

L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dell’acqua destinata al consumo umano, mediante un efficientamento della rete idrica comunale, con eliminazione del materiale solido (calcare, manganese e ferro), che si è depositato negli anni nella tubazione, che con il verificarsi dell’abbassamento della pressione dell’acqua, arriva alle utenze in stato di torbidità. Si intende, inoltre, diminuire i valori alti di durezza totale dell’acqua proveniente dall’impianto Petraro che, seppur nei limiti consentiti dalla normativa vigente in materia di acque destinate al consumo umano, tuttavia facilitano la formazione di carbonato di calcio e di carbonato di magnesio, sali insolubili in acqua, che insieme costituiscono il famigerato e temuto calcare.

Gli interventi, nello specifico, riguarderanno il rifacimento delle reti di distribuzione, la sostituzione di parti dell’impianto obsolete, la riparazione di perdite e sostituzione di saracinesche, l’efficientamento dei serbatoi di accumulo.

comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *