Carabinieri Corigliano. Fermato 37enne in stato di ebbrezza alla guida di un auto senza assicurazione

I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro continuano a svolgere incessanti controlli nella cittadina ausonica ed in particolare nella marina di Schiavonea, dove, complice il bel tempo e l’imminente arrivo della stagione estiva, moltissime persone si sono riversate questo fine settimana. Nelle ultime 48 ore sono stati intensificati i controlli, anche con l’utilizzo delle motociclette in uso alla Sezione Radiomobile di Corigliano Calabro, conseguendo importanti risultati: tre persone denunciate alla Procura della Repubblica di Castrovillari, diversi veicoli sottoposti a sequestro amministrativo per mancanza della copertura assicurativa o ciclomotori per il mancato uso del casco protettivo, nonché quasi 120 persone controllate fra sabato e domenica.

Nello specifico i fatti più eclatanti da registrarsi sono il primo nel pomeriggio di sabato quando una pattuglia della Stazione di Corigliano Calabro Scalo insieme ai Carabinieri motociclisti fermavano un 37enne del posto, che aveva tenuto a bordo del proprio veicolo un atteggiamento sospetto. Mentre si procedeva ai controlli di rito, si accertava immediatamente che il veicolo utilizzato era sprovvisto della copertura assicurativa da quasi due anni, ma fatto ancora più eclatante era che il guidatore, proprio il giorno precedente, era stato già sanzionato dai Carabinieri per la medesima infrazione con un’altra autovettura, poi sottoposta a sequestro amministrativo. Ma non finiva qui. Infatti l’atteggiamento palesemente irrequieto dell’uomo, a cui si aggiungeva un alito fortemente vinoso, faceva propendere i militari ad approfondire l’eventuale ebbrezza alcolica del guidatore, considerato anche i precedenti specifici che risultavano in banca dati. Ma l’uomo, ammettendo di aver bevuto, si rifiutava categoricamente di sottoporsi alla prova con l’etilometro in dotazione. Per tale motivo veniva denunciato in s.l. e ritirata la patente di guida: ora rischia fino ad un anno di carcere e la sospensione della patente per un periodo molto lungo. Il veicolo, invece, veniva sottoposto a sequestro amministrativo per la mancata copertura assicurativa, oltre ad essere notificato un verbale di quasi mille euro al recidivo guidatore.

comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.