Canna. Tagliate le gomme all’auto del coordinatore della lista civica “Insieme per cambiare”

CANNA Tagliate le gomme dell’auto di Sante Cospito, coordinatore della lista civica “Insieme per cambiare” a cui Cospito sta lavorando già da tempo in vista delle Amministrative del 2023. Le Forze dell’Ordine a cui iCospito ha già denunciato l’accaduto sono già all’opera per cercare di risalire agli autori del danneggiamento ma in paese si parla senza mezzi termini di un brutto gesto intimidatorio collegato all’attività politica del proprietario dell’auto.

Fatto sta che tra le 2.00 e 2.30 della notte tra lunedì 26 e martedì 27 dicembre, ignoti hanno raggiunto l’auto del Cospito, una Land Rover Discovery bianca, parcheggiata sotto la sua abitazione ed hanno tagliato due pneumatici per poi allontanarsi e far perdere le tracce. Dalle prime valutazioni, sembra che le gomme siano state tagliate con l’ausilio di una lama. Sorpreso e contrariato dell’accaduto, secondo quanto riferisce il Dr. Antonio Turchitto Dirigente di “Fratelli d’Italia”, Sante Cospito oggi stesso ha informato i Carabinieri della Stazione di Rocca Imperiale e a breve presenterà formale denuncia contro ignoti. “Ora spetterà ai militari dell’Arma – ha scritto lo stesso Dr. Turchitto – fare luce sull’episodio e provare a risalire agli autori del misfatto. A nome di “Fratelli d’Italia” di Canna, insieme al Dr. Roberto Campolongo, – ha aggiunto il Dr. Turchitto – esprimiamo piena solidarietà e forte condanna sul grave atto intimidatorio che ha visto protagonista Sante Cospito che ha trovato la sua macchina, parcheggiata sotto casa, con due pneumatici danneggiati presumibilmente con il taglio di una lama. L’impegno e la passione politica di Sante Cospito – hanno dichiarato all’unisono Turchitto e Campolongo – ci fanno sentire tutti coinvolti, come se fosse accaduto a tutti noi, come se riguardasse ognuno di noi. Ci vorrà tempo per capire le cause di questo insensato gesto – hanno concluso i due Dirigenti di FdI – sperando che tali tristi episodi non si verifichino più e che, al di là che si tratti di un atto intimidatorio o meno, rimane la gravità del gesto in sé”. Attestato di solidarietà e vicinanza è stata subito espressa per l’accaduto anche dal Senatore Ernesto Rapani di “Fratelli d’Italia”.

Pino La Rocca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *