Canna. Scritte offensive sui manifesti. Cospito chiede il sostegno alla deputazione di FdI

CANNA Mancano ancora diversi mesi alla campagna elettorale che dovrà portare i cannesi al voto per il rinnovo del Consiglio Comunale, ma la tensione è già alta e rischia di deflagrare prima ancora che la contesa elettorale entri nel vivo.

Dopo il danneggiamento subito di notte dall’auto di Sante Cospito Coordinatore della lista “Insieme per cambiare” che da più parti è stato messo in relazione alla sua iniziativa politica che a suo dire si presenta dare un taglio netto e rinnovare radicalmente la politica locale, in paese si è registrato un altro episodio alquanto disdicevole. Il manifesto da lui affisso dopo il danneggiamento dell’auto, nel quale Cospito chiedeva ai cannesi di sostenere la sua iniziativa per imprimere una decisa svolta alla politica locale è stato in parte coperto da una scritta (nella foto) decisamente offensiva sul piano personale. E siccome, da quanto viene unanimemente sancito in tema di indagini, “due indizi fanno una prova” forse è il caso, nonostante il Sindaco in carica Avv. Paolo Stigliano lo abbia escluso in quanto estraneo alla tradizione politica di Canna, di mettere in parallelo i due episodi e immaginare fin da ora una campagna elettorale dai toni roventi. Dopo aver informato le Forze dell’Ordine affinchè venga fatta luce anche su quest’ultimo increscioso episodio, Sante Cospito ha chiesto il sostegno del Dr. Antonio Turchitto, Dirigente di “Fratelli d’Italia” e già Capogruppo di Minoranza al comune di Canna e lo ha invitato a sollecitare l’interessamento della deputazione nazionale di FdI nelle persone del Senatore Ernesto Rapani e dell’On. Wanda Ferro, quest’ultima anche nelle vesti di Sottosegretario al Ministero dell’Interno. “Che cosa sono queste azioni – ha scritto Sante Cospito al Dr. Antonio Turchitto, – se non intimidazioni contro il leader di “Insieme per cambiare Canna?”… Dopo il taglio dei pneumatici – ha aggiunto nel messaggio lo stesso Cospito annunciando di aver già informato i Carabinieri della Stazione di Rocca Imperiale – ecco adesso un altro atto ignobile nei miei confronti, con l’auspicio che anche gli altri si uniscano e facciano sentire la loro vicinanza al sottoscritto, leader di “Insieme Per Cambiare” che non si farà sicuramente da parte”.

Pino La Rocca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *