Dopo la recente tappa di Crotone, fortemente voluta dal presidente della Sezione Agroalimentare di Confindustria CrotoneAlessandro Cuomo, la Calabria inizia a far conoscere e promuovere i suoi giovani talenti del mondo delle carni con la partecipazione alle fasi finali delle tappe previste per il Campionato Italiano Giovani Macellai di Federcarni.

Subito è stata la volta di Emanuele Scalise, giovane crotonese di Scandale, che ha ottenuto un ottimo risultato nella sua partecipazione alla tappa di Torino, organizzata dalla Federazione Nazionale Macellai e dall’Associazione Provinciale Macellai di Torino.

Emanuele, classe 1996, figlio di Fiorella e Armando, macellai di sesta generazione, si fa subito notare per la sua passione e per il suo talento: è curioso, ma la conduzione conservatrice e tradizionale del padre gli sta stretta per cui studia, legge e si informa per capire come rilanciare l’attività di famiglia.

Il giovane Scalise cresce e lavora con i suoi genitori fino a quando la triste e prematura scomparsa della madre mina ogni sua certezza umana e professionale.

Lui e il papà decidono di tenere comunque aperta la macelleria “A gucceria i Fiorella” ed Emanuele, con i risparmi lasciati dalla mamma, decide di fare il grande passo verso l’innovazione, acquistando degli impianti per stagionare i suoi salumi.

Purtroppo, però, abbagliato dalla convenienza e dall’affare che credeva di fare, sbaglia la sua scelta: gli impianti non funzionano e i suoi salumi non vengono bene, iniziando a perdere denaro e clientela.

Un suo compaesano, che conosce bene la sua storia, lo presenta ad Alessandro Cuomo, l’inventore dello Stagionello®.

Emanuele felicissimo di questo incontro ha però un unico rammarico: quello di non potersi più permettere l’acquisto di un impianto di stagionatura originale.

La soluzione che gli cambierà la vita arriverà nel momento in cui Cuomo gli propone un patto: ”fai le tue salsicce, portale qui, o se vuoi producile qui con noi, e mettile in stagionatura nei miei impianti. Prova. Vedi come va e quando inizierai nuovamente a venderle e guadagnare, pian piano comprerai il tuo Stagionello®”.

Emanuele si sente privilegiato e fortunato: sente quell’opportunità come inviata dal cielo, dalla sua mamma.

Inizia così il suo percorso in Stagionello Academy, si forma, cresce ed entra a far parte della squadra dei tutor dell’Academy che lo ha accolto, fino a diventare uno dei protagonisti del Campionato Italiano Giovani Macellai: si fa notare prima a Piacenza, poi a Crotone e adesso a Torino, nell’attesa di sbarcare nell’ultima tappa di Latina.

Ora, la piccola macelleria di Emanuele è diventata un locale di 200 mq con griglieria annessa, sempre nella sua Scandale (KR).

Alla domanda “qual è il tuo sogno?”, oggi Emanuele risponde: “voglio continuare a produrre. Essere stanco e felice come lo sono ora, che dopo 14 ore di lavoro e 400 kg di salami fatti, torno a casa col sorriso. Però voglio vedere i miei prodotti confezionati, con sopra etichettato il mio nome, per diventare scelta di una clientela selezionata e accorta, possibilmente oltre i confini della mia terra”.