L’assessore regionale all’ambiente Sergio De Caprio ha partecipato alla riunione, presieduta dal prefetto di Cosenza Cinzia Guercio, sui gravi fatti avvenuti nei giorni scorsi alle discariche dei rifiuti di Siderno e San Giovanni in Fiore.

Al centro dell’incontro, che si è svolto oggi in collegamento online con tutte le prefetture della Calabria, la volontà di efficientare il sistema del ciclo dei rifiuti in Calabria, liberandolo dal gioco criminale e da lobby economiche che hanno a cuore il proprio interesse a discapito del bene pubblico.

Si è deciso di passare subito alla fase operativa affidando alle Forze dell’Ordine la verifica e il potenziamento degli apparati di sorveglianza già presenti sugli impianti, in un’ottica di massima collaborazione fra le istituzioni, la cui unità è la principale barriera alla illegalità e alla ndrangheta.

“Chi colpisce l’ambiente, la terra, colpisce la vita di ogni essere vivente – ha afferma l’assessore De Caprio -. Sono logiche criminali di particolare violenza proprio per questo noi siamo già al lavoro per estirparle”.