Calabria. Il Movimento per l’Equità Territoriale scende in campo per le prossime elezioni regionali

Il Movimento per l’Equità Territoriale scende in campo per le prossime elezioni regionali calabresi.
La riorganizzazione interna, approvata all’unanimità nel Direttivo Nazionale svoltosi ieri sera, ha di fatto dato l’avvio per le prossime consultazioni che ci vedrà impegnati in prima linea, e con il supporto di tutto l’apparato nazionale, al fine di giungere preparati alla competizione elettorale.
Innanzitutto è stato azzerato il Direttivo Regionale, anche a causa delle dimissioni (di cui si è preso atto) del Referente Regionale.
Al suo posto è stato costituito un Comitato di Reggenza pro-tempore che svolgerà le stesse funzioni (come da Statuto) del Referente Regionale, ma stavolta collegialmente.
All’interno sono presenti i rappresentanti di tutte le province calabresi, dei capoluoghi di provincia e delle principali macro aree.
Sono stati confermati i referenti provinciali nelle persone di Gianfranco Rogato (per la provincia di Cosenza), Amedeo Colacino (per la provincia di Catanzaro), PierFrancesco Scarmozzino (per la provincia di Crotone), Pasquale Zavaglia (per la provincia di Reggio Calabria). Al posto di Andrea Aceto (ex referente per la provincia di Crotone) è stato nominato Rosario Belmonte.
Sono stati confermati i referenti dei circoli capoluoghi di provincia di Catanzaro (Stefania Frustaci), Vibo Valentia (Francesca Sconda), Reggio Calabria (Francesco Mazza). La referenza del circolo di Cosenza è passata da Paolo Mandoliti a Giuseppe Corapi.
Paolo Mandoliti entra nel comitato di reggenza quale rappresentante (e collante) tra il direttivo nazionale e il movimento calabrese.
Fanno parte inoltre del Comitato di Reggenza pro-tempore i rappresentanti dei Circoli di Corigliano-Rossano (Cataldo Capalbo), Lamezia Terme (Sabina Marasco), Gioia Tauro (Cinzia Lamberti) e della Locride (Francesco Romeo).
Il Direttivo Nazionale ha inoltre approvato all’unanimità la composizione del Comitato Elettorale che opererà in strettissimo contatto con tutti i circoli e con il Comitato di Reggenza pro-tempore fino alle prossime elezioni calabresi. All’interno del Comitato Elettorale sono presenti quali esperti di Economia Pasquale Cataneo e Paolo Mandoliti, quali esperti di Organizzazione Michele Eugenio Di Carlo e Gianfranco Rogato, quali esperti di Politica del Territorio, Amedeo Colacino, Giuseppe Corapi e Francesco Mazza. A supporto delle attività del Comitato sono presenti i referenti regionali della Sicilia, Franco Calderone e della Basilicata, Nicola Manfredelli. Completano la squadra il Tesoriere Nazionale, Emiliano Pagano ed il Presidente Pino Aprile.
L’organizzazione territoriale e nazionale è quindi pronta. Ora si inizia a lavorare per la costruzione di un tavolo di “ascolto” delle diverse anime espressione del civismo e dell’associazionismo calabrese che potrebbe dar luogo ad un’ampia coalizione da contrapporre ai tradizionali partiti nazionali espressione di quel Partito Unico del Nord, che da sempre ci tiene ostaggio a condizioni economiche-sociali indegne per un paese civile, dove la Costituzione (in particolare nel comma secondo dell’art. 3) è inapplicata (Comunicato stampa).

 

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Anche in tutta Italia i suddisti vorrebbero partecicare uniti per Risorgere,ma ci vorrebbe M24 ET nazionale.
    associazioneliberosud@gmail.com
    Ringraziamo dalla’
    associazioneliberosud.facebook

    Saluti

  2. Alberto Abbaticchio ha detto:

    Anche in tutta Italia i suddisti vorrebbero partecicare uniti per Risorgere,ma ci vorrebbe M24 ET nazionale.
    associazioneliberosud@gmail.com
    Ringraziamo dalla’
    associazioneliberosud.facebook

    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.