Bruno Bossio: Che il PD si interroghi sul valore del partito nel nuovo governo



emma marrone

Enza Bruno Bossio

Bruno Bossio (PD): “Non mi piacciono le scissioni, però non si può stare uniti con le mozioni del cuore.” Così la deputata dem Enza Bruno Bossio. Subito chiarisce: “Io resto nel Pd che è la mia casa, ma l’attributo democratico non può essere una foglia di fico. La crisi istituzionale appena conclusa e la fase aperta dalla nascita del nuovo Governo avrebbero già imposto una discussione approfondita negli organismi dirigenti e attraverso il coinvolgimento della base del nostro Partito. Ancora più sbagliato insistere, poi,- continua l’On. Bruno Bossio – in questo metodo per voler  calare dall’alto la alleanza tra PD e 5stelle sui territori, sostituendosi  alla responsabilità  dei dirigenti locali e di migliaia di iscritti.” Conclude la deputata dem: “In particolare su una cosa non possiamo cambiare: il partito democratico o è  laico, pluralista, garantista e riformista o non è. Nel Pd non possono contare le correnti ma gli iscritti e dirigenti. Così recita il nostro statuto e così abbiamo il dovere di fare” (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.