Blocco tesseramento Pd, Scorza scrive a Renzi



L'avvocato Titti Scorza, dirigente PD Provincia di Cosenza

L’avvocato Titti Scorza, dirigente PD Provincia di Cosenza

Relativamente alla sospensione da parte dei vertici del Pd delle attività di tesseramento del partito, Achiropita Titti Scorza ha scritto oggi al Premier Renzi per manifestare la scorrettezza di un ” ingiusto, pregiudizievole e ingiustificato blocco della campagna di tesseramento al PD a ridosso della scadenza del 31 gennaio. Prorogare i termini oltre quella data e adottare gli opportuni provvedimenti disciplinari contro chi si è reso autore di una iniziativa che va contro i principi fondanti del Partito Democratico.
Il tesseramento degli iscritti – scrive il membro del direttivo provinciale del Pd al Premier e agli altri organi del partito nazionali, regionali e territoriali – è stato bloccato senza che venisse fornita, a supporto di tale gravissima e pregiudizievole iniziativa, alcuna valida motivazione di tipo formale e/o sostanziale.
Che si possa decidere arbitrariamente – continua – e, ripeto, senza alcuna valida motivazione formale e/o sostanziale a corredo, di sospendere il tesseramento in corso e pertanto inibire l’accrescimento del bacino elettorale del PD, è un atto di assoluta prevaricazione dei principi e delle regole che presiedono la dinamica di qualunque civico consesso.

Chiedo l’intervento immediato di tutti gli organi del Partito, di Direzione e di Garanzia, dal livello nazionale sino a quello territorialmente viciniore, al fine di verificare quanto da me sostenuto e fare luce su quanto accaduto, e invitando gli organi predetti a consentire il tesseramento presso il circolo PD di Rossano anche oltre il termine del 31 e, al contempo adottare tutti i provvedimenti ritenuti opportuni e di procedere al commissariamento di tutti gli organismi territoriali del PD di Rossano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.