Biblioteca diocesana. Alla luce del sole, un omaggio a don Pino Puglisi

Nella sala convegni della Biblioteca diocesana “Santi Nilo e Bartolomeo”, si è tenuto l’ultimo incontro della rassegna cinematografica organizzata da Idee in movimento nel progetto “Ancora di Parole: Un Porto Aperto alle Culture” in collaborazione con Gli Amici Dell’Arte. La serata è stata dedicata a Don Pino Puglisi, il prete che ha svolto il suo ministero sacerdotale nel quartiere di Brancaccio a Palermo, dove la mafia teneva i tentacoli e imponeva il suo potere. Don Puglisi è stato un sacerdote esemplare, dedito specialmente alla pastorale giovanile. Educando i ragazzi secondo il Vangelo vissuto li sottraeva alla malavita. A Brancaccio non c’era una scuola media, non c’era un consultorio, non c’era la fognatura, non c’era uno spazio verde. E allora Don Pino iniziò a scrivere alle istituzioni. Il pubblico ministero Lorenzo Matassa durante la requisitoria del processo contro gli assassini del sacerdote affermò che non aveva mai visto coniugare così bene povertà e intelletto: don Pino dormiva in una brandina, nell’appartamento ogni cosa era rivelatrice di una vita semplice, umile. Ma gli scaffali alle pareti, il corridoi, il pavimento, i tavoli erano cosparsi di libri. Volumi di livello altissimo. “In quei libri c’è il percorso fatto da Don Puglisi – ha detto Achiropita Morello, presidente dell’associazione Idee in movimento – ci sono le sue priorità, il suo pensiero”.
Il 15 settembre del 1993 giorno del suo compleanno è stato ucciso dalla malavita. Il 25 maggio del 2013 è stato beatificato da Papa Francesco al Foro Italico.

Denise Sapia

Durante la serata sono stati proiettati alcuni spezzoni del film “Alla luce del sole” del registra Roberto Faenza con interprete Luca Zingaretti e letti alcuni pensieri del Beato Puglisi e alcuni bravi di Alessandro D’Avenia e Mario Luzi. Molti gli interventi tra cui quello del prof. De Rosis sulla paura di Don Puglisi e sul silenzio degli onesti e quello di Don Pasquale De Simone. Ospite gradita della serata è stata Denise Sapia, stella emergente del cinema, attrice di successo e vanto del nostro territorio, protagonista tra gli altri del film “Tienimi stretto”. La sua interpretazione di uno scritto particolarmente significativo di Mario Luzi è stata molto apprezzata dal pubblico. Alla conclusione della serata è stata letta dal dott. Franco Cirò una struggente poesia di Gesualdo Bufalino.

Antonio La Banca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *