Bastaunsì, nasce comitato pro referendum

Nei giorni scorsi, anche a Corigliano, si è costituito il Comitato Bastaunsì a sostegno della riforma costituzionale fortemente voluta dal governo Renzi. Ne danno notizia attraverso una nota stampa i promotori dell’iniziativa.
“Il Referendum indetto per il 4 dicembre prossimo sarà l’occasione di grande coinvolgimento dei cittadini al bisogno di cambiamento. Per dare una nuova fisionomia alla nostra Carta Costituzionale. Si avvertiva da tempo il bisogno di renderla più moderna e efficiente attraverso il superamento del bicameralismo paritario. E attraverso, inoltre, la riduzione del numero dei parlamentari con il conseguente abbassamento dei costi della politica. La riscrittura dei rapporti tra Stato e regioni viaggia in una prospettiva di razionalizzazione delle competenze specie dopo l’ubriacatura federalista della lega di Bossi e appoggiata in questi anni bui da Berlusconi. Il carattere epocale della riforma costituzionale rappresenta dunque la sfida innovativa verso il cambiamento tanto auspicato negli anni. Ma sino ad oggi mai raggiunto.

Bastaunsì, LA MOBILITAZIONE DEL COMITATO

In queste settimane, che ci separano dall’importante Referendum del 4 dicembre, come comitato Bastaunsì Corigliano ci mobiliteremo per rendere quanto più possibile chiaro e fruibile il contenuto della riforma, attraverso il ragionamento, il merito dei cambiamenti previsti, senza le strumentalizzazione a cui stiamo assistendo e con serie e rigorose iniziative con giuristi e legislatori, che ci aiuteranno a capire le ragioni del si, in questa fase importante per la vita pubblica e politica dell’Italia”. Nei prossimi giorni i promotori del Si avvieranno tutta una serie di iniziative tendenti a promuovere tra la gente le motivazioni del si. In programma ci sono anche iniziative da parte del comitato del no. E’ indubbio che i rappresentanti dei due comitati cercheranno di convincere i tanti indecisi.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Potrebbe interessarti anche: Corigliano, appuntamento con il comitato per il no al referendum

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.