Atto intimidatorio a Cassano allo Ionio. Tanti i messaggi di solidarietà all’assessore Sposato

Ieri si è consumato l’atto intimidatorio ai danni dell’assessore all’ambiente e ai lavori pubblici del comune di Cassano Leonardo Sposato, 40 anni, ingegnere.  Tanti i messaggi di solidarietà.

IL COMUNE DI CORIGLIANO-ROSSANO

CORIGLIANO-ROSSANO. L’amministrazione comunale di Corigliano-Rossano, unitamente alla presidenza del Consiglio, esprimono vicinanza all’assessore all’ambiente e ai lavori pubblici del comune di Cassano, Leonardo Sposato, a cui nella notte è stata incendiata l’auto, un gesto vile e  di quasi certa matrice dolosa.  «L’aggressione subita da Sposato è inammissibile – commenta il sindaco Flavio Stasi – non solo è un grave episodio di violenza, ma anche un attacco alla libertà delle persone  nel loro fare politica».

Noi Di Centro – Cassano All’Ionio

Solidarietà all’Assessore Comunale di Cassano All’Ionio Luciano Sposato per il vile atto incendiario subito nella notte ai danni della sua autovettura. In noi è forte il senso di giustizia e speriamo che presto si stabilisca la verità di questa gravissima intimidazione nei confronti di un amministratore pubblico. Confido fortemente nella magistratura, un fatto del genere a Cassano non accadeva da moltissimi anni. Le posizioni politiche seppur diverse trovano convergenza tra tutti i movimenti e partiti nella lotta alla delinquenza nella nostra citta. Rinnovo all’Assessore Sposato la piena solidarietà mia e del mio partito.

Michele Guerrieri (Noi Di Centro)

PD Circolo di Cassano All’Ionio

Ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi; è l’indifferenza dei buoni.” (Martin Luther King)

Il PD del circolo cittadino Cassanese esprime la più totale vicinanza e solidarietà all’assessore Sposato vittima di un meschino e intollerabile atto intimidatorio perpetrato nei suoi confronti.

Siamo certi che l’esito di questo squallido tentativo, certamente ad opera di personaggi codardi e emarginati da ogni convivenza civile, avrà come effetto un ancor maggior impegno, dell’assessore Leonardo Sposato a fianco del Sindaco e di tutti gli amministratori locali, a sostegno del proprio territorio, per il bene dei propri cittadini e dell’intera comunità.

E’ stato un gesto di intimidazione grave e inaccettabile contro i valori della convivenza civile e di libertà che condanniamo con fermezza e sul quale confidiamo in una unitaria e pronta risposta di tutte le forze sociali e politiche, oltre quelle delle forze dell’ordine, a conferma, ancora una volta, della robustezza dei valori della nostra democrazia.

Con la speranza che presto venga fatta piena luce sul bieco atto intimidatorio, facciamo appello, affinché, non venga mai meno una alleanza forte e coerente tra le istituzioni e la società civile per mettere al bando tutte le forme di intimidazioni fisiche e verbali, il linguaggio violento sul web e sui social, le provocazioni che richiamano ad un strisciante clima di odio politico e personale in cui approdiamo con troppa facilità.

Occorre un grande senso di responsabilità da parte di tutti, dobbiamo saper trasmettere nella società e soprattutto tra le giovani generazioni, i grandi valori ideali e morali della libertà, della tolleranza, dell’accoglienza, dell’inclusione sociale e soprattutto della legalità, del rispetto della persona e della vita, della solidarietà e della democrazia come strumento di partecipazione e di riscatto sociale. Questi sono i valori fondativi della nostra Repubblica e della nostra Carta Costituzionale, di cui la il PD sarà sempre fieramente custode ed impegnato per la difesa e il rispetto della dignità umana e della giustizia sociale, nella sua azione politica libera e pluralista.

Antonino Mungo

Segretario PD Circolo di Cassano All’Ionio

Cisl Cosenza

Cosenza – «La Cisl di Cosenza – dichiara il Segretario generale Giuseppe Lavia – esprime la solidarietà dell’organizzazione sindacale nei confronti dell’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Cassano all’Ionio, ing. Leonardo Sposato, la cui auto ieri è stata data alle fiamme.

Si tratta dell’ennesima, grave intimidazione ai danni di un pubblico amministratore, in un territorio, quello della Sibaritide, nel quale registriamo ormai una sequenza infinita di atti criminali.

Nell’esprimere piena fiducia nell’operato delle forze dell’ordine e della magistratura perché si faccia al più presto piena luce sull’accaduto, la Cisl auspica che si concretizzi il potenziamento, da tempo promesso, degli organici delle forze dell’ordine, in modo da fronteggiare sempre più efficacemente l’emergenza criminalità».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *