Agguato a Schiavonea, PD: «Non si può rimanere in silenzio di fronte alla violenza criminale!»

Davanti ad episodi così efferati che minano alla base la sicurezza pubblica e pesano come un macigno sull’economia cittadina, che segnano un degrado civile che non appartiene alla nostra storia di civiltà e alla maggioranza della nostra comunità, bisogna opporsi con forza militante. Segnaliamo la necessità di una svolta culturale che respinga le forze oscure, ci si stringa attorno alle forze dell’ordine e se ne supporti l’azione di legalità.  Rinnoviamo la richiesta di elevare a distretto il Commissariato di Polizia di Rossano e di rafforzare il presidio dei Carabinieri sia con uomini che con mezzi. Riteniamo necessaria una capillare presenza dello Stato e uno strettissimo controllo del territorio da parte dei presidi istituzionali. Rinnoviamo la richiesta al Prefetto di rafforzare la dotazione di personale delle forze dell’ordine anche in vista della stagione estiva.

Chiediamo al Sindaco  di intervenire con forza  presso il Ministro dell’Interno e  il Prefetto di Cosenza,  rappresentando lo stato di allarme sociale presente ormai da tempo nella nostra città e a farsi promotore di ogni necessaria iniziativa  volta alla  sensibilizzazione pubblica e per contrastare il dilagare di una mentalità mafiosa che non appartiene alla mentalità e alla cultura delle nostre popolazioni. Il PD di Corigliano-Rossano rinnova l’invito a tutte le forze politiche, sociali, culturali ed imprenditoriali a far sentire la propria voce contro questo preoccupante attacco alla convivenza civile e democratica. (comunicato stampa – PD Corigliano-Rossano)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *