Agguato a Campana, ucciso 63enne. Il corpo rinvenuto in periferia



Carabinieri Cosenza

Campana – Agguato a Campana nella notte: ucciso a colpi di arma da fuoco Francesco Madera, 63 anni, imprenditore.  L’uomo  nel 2009  si rese responsabile di un omicidio a colpi di fucile. Dopo l’atto si costituì ai carabinieri ammettendo il fatto e motivandone le ragioni.  Si fece il carcere e scontò la pena. La vittima, sposato, due figli, è stata trovata nei pressi dell’azienda agricola fuori dal centro abitato, nei pressi del cimitero. Nonostante avesse ucciso una persona, a Campana Madera era considerata una persona perbene, onesta, lavoratore. Quell’omicidio venne considerato una reazione a situazioni che non tollerava. Sul posto si sono portati i carabinieri. La salma è stata portata presso l’obitorio dell’ospedale di Rossano in attesa  dell’esame autoptico. A Campana si vive un momento difficile. All’indomani dell’operazione Stige è come se si vivesse in un’area senza regole. Schegge impazzite. Gli investigatori indagano a tutto campo al fine di risalire agli autori o all’autore del delitto, e soprattutto alle cause. Da quanto emerge, non sarebbero molto distanti dalle verità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.