Il progetto Green Marketing fornisce ai cittadini ulteriori motivi per differenziare

 

 

Ambiente, installati due nuovi eco compattatori che contribuiranno, ancora di più, a perfezionare il progetto ecosostenibile, avviato dall’Esecutivo Russo, sulla gestione dei rifiuti. Nelle prossime settimane, inoltre, dopo l’esito della gara d’appalto sarà avviata anche la raccolta dell’umido.

 

È quanto fa sapere soddisfatto l’Assessore alle politiche ambientali, Serafino Forciniti.

 

Nonostante l’ulteriore aumento da parte della Regione Calabria – dichiara Forciniti – che con l’ultimo decreto ha portato la tariffa di conferimento in discarica fino a 200 euro a tonnellata, l’Amministrazione Russo con queste iniziative continua a garantire inalterato il costo della nettezza urbana. Prossimamente, infatti, partirà la raccolta dell’umido che ci consentirà di ridurre ulteriormente il conferimento in discarica. Ovviamente –  continua – dopo l’esito della gara d’appalto, che ha dei requisiti molto elevati, tra i quali il raggiungimento del 45% nel primo anno, del 50 nel secondo e via via ad aumentare. Questo – conclude Forciniti –  proprio perché ancora oggi, la Regione Calabria consente al comune di Crosia di conferire 35 tonnellate a settimana e solo grazie ad un ottimo servizio di differenziata e all’impegno dell’Amministrazione Comunale, oggi, a differenza del passato non abbiamo più cumuli di rifiuti per le strade cittadine.

 

Gli eco compattatori, di ultima generazione, digitali, con touch screen e riconoscimento magnetico, sono stati installati in due diverse aree cittadine. Uno in Via Almirante e l’altro nei pressi della Stazione ferroviaria. Il progetto “Green Marketing” realizzato dalla concessionaria Forever Plast, consente ai cittadini che conferiranno bottiglie di plastica e lattine di ricevere in cambio un ticket valido come buono sconto nei negozi convenzionati. O, in alternativa, di accumulare dei punti sulla tessera sanitaria

(fonte: comunicato stampa)

Se vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti seguici su Facebook e Twitter

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *