Cassano all’Ionio si è dotato del regolamento per la concessione di contributi economici socio – assistenziali

 

Il Comune di Cassano All’Ionio si è dotato del regolamento per la concessione di contributi economici socio – assistenziali in favore di persone bisognose o a rischio di emarginazione. Ad approvarlo all’unanimità è stato il Consiglio Comunale. Ciò si è reso necessario perché l’Amministrazione comunale, ed in maniera particolare  il Sindaco, fin dal suo insediamento nel 2012, ha dovuto fare i conti con numerosi cittadini e con tantissime  famiglie in difficoltà economica che si rivolgono all’Ente per chiedere aiuto. Di fronte alla richiesta di aiuto  il Sindaco Giovanni Papasso non è mai rimasto sordo ed insensibile e, pur nei limiti delle ristrettezze di bilancio, si è sforzato di dare una risposta, tenendo sempre aperta la porta per  ogni cittadino senza distinzione alcuna. Il Regolamento approvato dall’assise civica cassanese è formato da 11 articoli e vi possono accedere i privi di reddito ovvero con l’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) che non superi la soglia  di € 5.000,00.

Il nostro Comune” ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Oriolo “ da troppo tempo ormai  si trova  ad affrontare  una situazione di vera e propria emergenza sul piano sociale, figlia di quella  grave crisi economica ed occupazionale, che ha investito il Paese,  e che a Cassano fa sentire la sua  influenza in maniera ancora più marcata. e che, soprattutto, non dà alcun segnale di ripresa. Padri e madri di famiglia, persone che non avevano lavoro o che l’avevano perso e che” dice ancora l’Assessore Oriolo “all’improvviso, si sono  trovati a vivere una situazione di grave emergenza per la quale era estremamente difficile  soddisfare anche le esigenze più elementari del vivere quotidiano”.

Dall’esigenza  di dare il necessario sostegno  ai cittadini più deboli e svantaggiati è nato il programma “Lotta alla Povertà”, composto da  una serie di misure,  attivate per fronteggiare il disagio di numerose persone e rispondere ai loro bisogni soprattutto in presenza di bambini, anziani, disabili e  persone affette da gravi e particolari patologie. Già molto è stato fatto fino a questo momento. Ricordiamo il servizio di “Banco Alimentare”, istituito nel 2013, attraverso una convenzione con il Banco delle Opere di Carità Calabria e che, oggi, assiste 300 famiglie. Il progetto “Un sorriso per vivere” di concerto con la Confraternita Misericordia per l’accompagnamento gratuito di disabili ed ammalati in gravi difficoltà economiche presso strutture ospedaliere, per visite specialistiche. Sono state finanziate le colonie estive, in favore dei bambini appartenenti a famiglie disagiate. Si è provveduto all’esenzione/riduzione del ticket mensa scolastica attraverso un bando pubblico. Si è istituito un Fondo per gli aiuti a quelle persone la cui situazione di indigenza è aggravata dalla presenza di gravi malattie e devono affrontare cure o ricoveri in strutture ospedaliere.

“Una riposta immediata” ha continuato l’Assessore “il Sindaco Papasso ha tentato di darla attraverso  la concessione di piccoli contributi a famiglie o persone  in grave difficoltà economica.

 (fonte:comunicato stampa )

Se vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti seguici su Facebook e Twitter

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *